G.V. Plechanov – Contributi alla storia del materialismo

I «Contributi alla storia del materialismo» seguono di un anno il noto «Saggio sullo sviluppo della concezione monistica della storia», del quale riprendono diversi spunti. Poiché, tuttavia, qui Plechanov non aveva potuto dedicare al materialismo francese del Settecento tutto lo spazio che avrebbe desiderato, credette opportuno ritornare su quelli che gli sembravano i suoi rappresentanti più avanzati e al contempo, ma appunto perciò, meno compresi: Holbach ed Helvétius.

L’interesse che i due esponenti del pensiero rivoluzionario borghese suscitano nel primo teorico marxista russo e che, a distanza di quasi un secolo, non possono non suscitare in noi, non è d’ordine meramente culturale: nei loro scritti, infatti, il materialismo «classico», proprio perché tocca il vertice delle sue potenzialità, rivela tutta la gamma delle sue contraddizioni e le trasmette insolute all’Ottocento. Ed è al banco di prova del tentativo di superare queste contraddizioni che naufraga l’idealismo hegeliano e si afferma in tutta la sua potenza sovvertitrice il materialismo dialettico di Marx ed Engels, erede e insieme liquidatore di entrambi.

La ricostruzione di questo processo, che non si svolge nel puro mondo delle idee ma riecheggia ad ogni passo l’esplodere dell’irriducibile antagonismo fra le due classi fondamentali della società moderna, è appunto il tema dominante — ed attualissimo — del presente volume.

Werner Post, Alfred Schmidt – Che cos’è il materialismo?

https://i2.wp.com/images-na.ssl-images-amazon.com/images/I/41Niavh-XhL._SX300_BO1,204,203,200_.jpg?resize=249%2C405&ssl=1

Un cristiano, Werner Post, e un marxista, Alfred Schmidt, discutono il significato attuale, lo sviluppo storico, le contraddizioni e le implicazioni rivoluzionarie del materialismo. Dopo aver analizzato il ruolo ideologico-politico del materialismo francese del ‘700 e aver ampiamente indagato i caratteri di quello marxista, gli autori si soffermano su aspetti del pensiero materialistico tanto essenziali quanto raramente tematizzati, come il posto dell’uomo e della Terra nell’universo, l’inesorabilità delle leggi di natura, il problema della malattia e della morte…
Il materialismo al centro del dialogo non è solo una teoria rivoluzionaria; è anche una visione del mondo in grado di dare una risposta coerente e rigorosa alle domande dell’uomo.

Sebastiano Timpanaro – Sul materialismo

Le varie correnti dell’odierno marxismo occidentale, pur divise da netti dissensi sul piano filosofico e politico, hanno in comune un orientamento antimaterialistico che risale alla « svolta » idealistica compiuta dalla cultura borghese ai primi del Novecento. Tale svolta esercitò, e continua ad esercitare, un forte influsso non solo sull’ala riformista della sinistra europea, desiderosa di non rompere i ponti con l’avversario dì classe e di espungere dal marxismo tutto ciò che possa apparire «rozzo», ma anche su minoranze rivoluzionarie che identificano il materialismo con un atteggiamento rassegnato e passivo di fronte alla realtà. Nel presente volume ci si propone di riaffermare, contro queste tendenze, la verità oggettiva del materialismo e di mostrare come esso sia essenziale ad una teoria che voglia essere insieme rivoluzionaria e « scientifica », come appunto è il marxismo. Ci si propone anche di ribadire l’importanza del problema del rapporto uomo-natura, essenziale alla felicità umana e non risolubile negando o eludendo la biologicità dell’uomo, la quale persiste pur entro la nuova dimensione creata dal lavoro e dai rapporti sociali. Di qui la rivendicazione del contributo di Engels al marxismo è, risalendo più indietro nel tempo, la ripresa di motivi materialistici, edonistici e pessimistici settecenteschi, che culminarono nel pensiero e nella poesia del Leopardi e che devono essere ripresi e sviluppati all’interno di una problematica marxista. Sotto questo aspetto il presente libro si riconnette a un altro dello stesso autore pubblicato in questa stessa collana, Classicismo e illuminismo nell’Ottocento italiano; e, come il precedente, vuole offrire un contributo ad una discussione che dovrà essere proseguita.

Werner Post, Alfred Schmidt – Che cos’è il materialismo? [Epub – Mobi]

cover postUn cristiano, Werner Post, e un marxista, Alfred Schmidt, discutono il significato attuale, lo sviluppo storico, le contraddizioni e le implicazioni rivoluzionarie del materialismo. Dopo aver analizzato il ruolo ideologico-politico del materialismo francese del ’700 e aver ampiamente indagato i caratteri di quello marxista, gli autori si soffermano su aspetti del pensiero materialistico tanto essenziali quanto raramente tematizzati, come il posto dell’uomo e della Terra nell’universo, l’inesorabilità delle leggi di natura, il problema della malattia e della morte…
Il materialismo al centro del dialogo non è solo una teoria rivoluzionaria; è anche una visione del mondo in grado di dare una risposta coerente e rigorosa alle domande dell’uomo

Grazie a Eduardo58 per la scansione di partenza.